• Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
  • Parrocchia Sant'Andrea Apostolo di Pollenza
Inizio ORATORIO Regolamento Oratorio

Regolamento dell' Oratorio

CARD. CENTO – POLLENZA

1)  L’Oratorio è un luogo di accoglienza, di condivisione e di responsabilità per una proposta cristiana. E’ una realtà che la Parrocchia ha costruito per tutte le sue attività pastorali.

2)  L’Oratorio ha le stesse finalità della Parrocchia: educative e formative.

3)  Tutte le strutture dell’Oratorio sono gestite dal Comitato dell’Oratorio.

4)  Tutte le Associazioni e tutti i Gruppi che svolgono attività presso l’Oratorio, devono fare proprie le finalità dell’Oratorio, partecipare alle iniziative ivi proposte, contribuire alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture con modalità stabilite dal Comitato.

5) Nessuno è padrone delle strutture e attrezzature che usa.

6) Ognuno eviti di contrapporre iniziative specifiche al proprio gruppo ad altre proposte per tutta la Comunità. Non contrapporre, ma partecipare ed animare.

7) La frequenza all’Oratorio, durante l’orario normale di apertura con relativo uso di tutte le strutture (eccetto il campo in erba sintetica), è consentita solo ai tesserati.

8) Ogni gruppo che fa attività all’Oratorio, ha un suo Comitato che ne organizza le attività e si impegna a far rispettare il regolamento dell’Oratorio e a far fare la tessera.

9) Si declina ogni responsabilità per incidenti che accadono fuori dell’orario di apertura.

10) Il diritto alla frequenza e all’uso delle strutture può essere sospeso per motivi di scorrettezza morale e di comportamento incivile.

11)  L’efficienza e il buon funzionamento dei servizi sono affidati all’educazione e al senso di responsabilità dei partecipanti.

12)  Responsabile gestore dell’Oratorio è lo stesso gestore del Circolo.

13) Il Comitato direttivo si riserva il diritto di modificare il regolamento e le clausole in vista di particolari esigenze che si presenteranno.